28 Giugno 2017
immagine di testa


Punto lettura e prestito libri e dvd
percorso: Home
ORARIO APERTURA
Marted dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Gioved dalle ore 9,30 alle ore 12,00

Addetto
Roberto Benelli

Responsabile
Andrea Romagnoli
339.1831382

Il prestito completamente gratuito ed riservato agli associati.
Lista DVD
Il catalogo incrementato continuamente grazie agli acquisti, ma soprattutto grazie alle donazioni dei soci.
GRAN TORINO
Gran Torino

Regia: Clint Eastwood
Principali interpreti: Clint Eastwood; Christopher Carley; Bee Vang; Ahney Her; Brian Haley; Geraldine Hughes; Dreana Walker.


Walt Kowalski ha perso la moglie e la presenza dei figli con le relative famiglie, al funerale non gli è di alcun conforto. Così come non gli è gradita l´insistenza con cui il giovane parroco cerca di convincerlo a confessarsi. Walt è un veterano della guerra in Corea e non sopporta di avere, nell´abitazione a fianco, una famiglia di asiatici di etnia Hmong. Le uniche sue passioni, oltre alla birra, sono il suo cane e un´auto modello Gran Torino che viene sottoposta a continua manutenzione. La sua vita cambia il giorno in cui il giovane vicino Thao, spinto dalla gang capeggiata dal cugino Spider, si introduce nel suo garage avendo come mira l´auto. Walt lo fa fuggire ma di lì a poco tempo assisterà a una violenta irruzione dei membri della gang con inatteso sconfinamento nella sua proprietà. In quell´occasione sottrarrà Thao alla violenza del branco ottenendo la riconoscenza della sua famiglia.

Drammatico
I CENTO PASSI
I cento passi

Regia:Marco Tullio Giordana
Principali interpreti: Lucia Sardo Luigi Lo Cascio Luigi Maria Burruano Tony Sperandeo Paolo Briguglia Ninni Bruschetta Claudio Gioe´ Andrea Tidona



Il titolo si riferisce ai cento passi che separano, nel paesino siciliano di Cinisi, la casa del piccolo Peppino Impastato da quella del boss locale, Tano Badalamenti. Crescendo il giovane manifesta la sua ribellione nei confronti dello strapotere locale della mafia, partecipando a varie manifestazioni di protesta fino alla fondazione di una radio privata che mette in ridicolo lo stesso boss in persona (soprannominato Tano Seduto, monarca di Mafiopoli). Il clima si fa opprimente: se il padre cerca di farlo tacere, la madre e il fratello lo sostengono. Ma quando, nel ´77, si presenta alle elezioni comunali viene fatto tacere con il tritolo. Inizialmente gli inquirenti archiviano la sua morte come incidente sul lavoro, in seguito addirittura come suicidio. Dovranno passare vent´anni perchè la Procura di Palermo rinvii a giudio Tano Badalamenti per questo delitto. Efficace ritratto di una pagina vergognosa della storia italiana, che segna il ritorno in grande stile di un genere che sembrava essere stato bandito dal nostro cinema: il film d´impegno civile. Giordana affronta con profondità anche il tema struggente dei sentimenti, del conflitto familiare, che genera una guerra altrettanto dolorosa fatta di disobbedienza, disillusione, vergogna e lacerazioni del cuore.

Drammatico
MIO FRATELLO è FIGLIO UNICO
Mio fratello è figlio unico

Regia: Daniele Luchetti
Principali interpreti: Elio Germano; Riccardo Scamarcio; Diane Fleri; Angela Finocchiaro; Luca Zingaretti; Anna Bonaiuto; Massimo Popolizio


Ambientato a Latina, Roma e Torino tra gli anni ´60 e ´70, è la storia di Accio e Manrico, fratelli diversi in tutto: uno fascista e l´altro comunista, uno moderato e l´altro estremista, uno chiuso nel bozzolo di un´ideologia che gli impedisce di vedere il mondo come è, l´altro disponibile a ammorbidire la propria visione del mondo a favore di una vitalità totale. A renderli vicini è una sorta di ´energia´ che li porta a battersi l´uno contro l´altro, un´energia che è giovinezza, voglia di esistere, di essere considerati, di essere amati. Infatti, in questa famiglia dove ci si accapiglia su tutto, c´è un nucleo affettivo misterioso, poiché quei due fratelli che crescono in perenne conflitto, senza comprendersi, in realtà si amano disperatamente. E ci parlano di un Paese non riconciliato, non pacificato, ossessionato dalla ricerca di una identità che non riesce mai a diventare ascolto dell´altro, confronto vivo con chi è altro da noi.

Drammatico
TUTTA LA VITA DAVANTI
Tutta la vita davanti

Regia: Paolo Virzì
Principali interpreti: Isabella Ragonese; Sabrina Ferilli; Massimo Ghini; Valerio Mastandrea; Elio Germano; Micaela Ramazzotti; Laura Morante; Valentina Carnelutti


Le vicissitudini di una neolaureata nell´universo del lavoro precario. Marta è una ragazza colta, curiosa e taciturna, che trova lavoro nel call-center di un´azienda che commercializza un elettrodomestico futuribile e si avventura così in nuovo mondo fantasmagorico di giovani telefoniste e venditori invasati, danze motivazionali, jingle aziendali, premiazioni, applausi e penitenze concordate. Un ritratto allegramente feroce, comico e amarissimo, della società contemporanea narrata dallo sguardo curioso, divertito e sgomento di una giovane filosofa.

Commedia/Comico
IL MANDOLINO DEL CAPITANO CORELLI
Il mandolino del Capitano Corelli

Regia: John Madden
Principali interpreti: Nicolas Cage; Penelope Cruz; Christian Bale; John Hurt; David Morrissey; Irene Papas.


Grecia, isola di Cefalonia, durante la seconda guerra mondiale. Il Capitano Corelli conosce la bella Pelagia, il cui fidanzato, il pescatore Mandras, si è unito ai partigiani greci per combattere gli invasori. Tra i due nasce l´amore, ma nel frattempo la guerra prende una piega diversa e gli italiani si trovano a combattere contro i loro ex alleati tedeschi.

Sentimentale/Drammatico/Guerra
Lista LIBRI
Abbiamo una vasta scelta di libri presenti al punto prestito, alcuni dei quali comprati con i soldi che l´Associazione riesce a ricavare dalle varie attività ma molti sono quelli che la cittadinanza ha donato a favore di questo progetto.
GOMORRA
Gomorra

(Roberto Saviano)

Un libro che racconta il potere della camorra, la sua affermazione economica e finanziaria, e la sua potenza militare, la sua metamorfosi in comitato d´affari. Una scrittura in prima persona fatta dal luogo degli agguati, nei negozi e nelle fabbriche dei clan, raccogliendo testimonianze e leggende. La storia parte dalla guerra di Secondigliano, dall´ascesa del gruppo Di Lauro al conflitto interno che ha generato 80 morti in poco più di un mese. Una narrazione-reportage che svela i misteri del "Sistema" (così gli affiliati parlano della camorra, termine che nessuno più usa), di un´organizzazione poco conosciuta, creduta sconfitta e che nel silenzio è diventata potentissima superando Cosa Nostra per numero di affiliati e giro d´affari.

Narrativa/Storia/Saggistica/Criminalità/Terrorismo
E´ STATO UN´ATTIMO
E´ stato un´attimo

(Sandrone Dazieri)

È la vigilia di Natale. Santo si risveglia in uno dei bagni della Scala di Milano dopo essersi fulminato con l´interruttore difettoso. Santo è un manager di successo, direttore della filiale milanese di una multinazionale della pubblicità e ha costruito la sua fortuna su un mix di spregiudicatezza personale e abilità politica. Ma Santo non si ricorda più niente di tutto questo. La scarica elettrica gli ha bruciato gli ultimi dodici anni di vita e i suoi ricordi risalgono a quando era ancora un ventenne impegnato nel sociale, che viveva in una casa occupata cercando di sbarcare il lunario come giornalista free lance. Un uomo che non ha mai visto un telefono cellulare, che non ha mai sentito parlare di Euro o della guerra in Iraq, che non sa come usare internet o le carte di credito che scopre di avere in tasca. Un uomo assolutamente inadatto a vivere nel presente. Recuperare la memoria significherebbe ridiventare il cinico manager in cui si è trasformato negli anni che ha dimenticato, e Santo, tornato "quello di prima", non lo vuole assolutamente. A costo di ricominciare da capo. Ma nei suoi anni perduti si nasconde un buco nero che Santo è costretto ad affrontare. La sua carriera da manager, infatti, ha avuto un balzo in avanti grazie alla tragica morte di quello che era il suo capo, caduto in mare dal suo yacht e annegato. E qualcuno sembra convinto che Santo non sia estraneo a quell´incidente...

Narrativa
CANALE MUSSOLINI
Canale Mussolini

(Antonio Pennacchi)

Premio Strega 2010.

Canale Mussolini è l´asse portante su cui si regge la bonifica delle Paludi Pontine. I suoi argini sono scanditi da eucalypti immensi che assorbono l´acqua e prosciugano i campi, alle sue cascatelle i ragazzini fanno il bagno e aironi bianchissimi trovano rifugio. Su questa terra nuova di zecca, bonificata dai progetti ambiziosi del Duce e punteggiata di città appena fondate, vengono fatte insediare migliaia di persone arrivate dal Nord. Tra queste migliaia di coloni ci sono i Peruzzi. A farli scendere dalle pianure padane sono il carisma e il coraggio di zio Pericle. Con lui scendono i vecchi genitori, tutti i fratelli, le nuore. E poi la nonna, dolce ma inflessibile nello stabilire le regole di casa cui i figli obbediscono senza fiatare. Il vanitoso Adelchi, più adatto a comandare che a lavorare, il cocco di mamma. Iseo e Temistocle, Treves e Turati, fratelli legati da un affetto profondo fatto di poche parole e gesti assoluti, promesse dette a voce strozzata sui campi di lavoro o nelle trincee sanguinanti della guerra. E una schiera di sorelle, a volte buone e compassionevoli, a volte perfide e velenose come serpenti. E poi c´è lei, l´Armida, la moglie di Pericle, la più bella, andata in sposa al più valoroso. La più generosa, capace di amare senza riserve e senza paura anche il più tragico degli amori. E Paride, il nipote prediletto, buono e giusto, ma destinato, come l´eroe di cui porta il nome, a essere causa della sfortuna che colpirà i Peruzzi e li travolgerà.

Narrativa
IL DOLORE PERFETTO
Il dolore perfetto

(Ugo Riccarelli)

Premio Strega 2004.

Due storie di famiglie parallele, ma destinate a incontrarsi. Quella del Maestro, giovane anarchico che arriva da Sapri, alla fine dell´Ottocento, per insegnare in un paesino della Toscana, dove si stabilirà avendo dalla vedova Bartoli numerosi figli dai nomi emblematici: Ideale, Libertà e Cafiero. E quella di Rosa e Ulisse Bertorelli, commerciante di maiali, da cui nasceranno Annina e Achille. L´amore tra Annina e Cafiero è solo un momento dell´intreccio di vicende pubbliche e private, realistiche e fantastiche, che l´autore costruisce in questo romanzo, epopea di drammi e di ideali, di personaggi all´altezza dei grandi sommovimenti della storia.

Narrativa
UN LAVORO SPORCO
Un lavoro sporco

(Christopher Moore)

Charlie Asher è contento, felice, appagato. Una bella moglie in attesa di un figlio. Un negozio di roba usata. Amici con i quali scambiare le solite quattro chiacchiere. Un´esistenza tranquilla. Quando l´adorata Rachel perde la vita dando alla luce la dolce Sophie, la situazione prende decisamente una brutta, bruttissima piega. Charlie, distrutto, inizia a vedere persone e oggetti che non dovrebbero esserci. Che non dovrebbero esistere. Un uomo altissimo color verde menta che appare e scompare a proprio piacimento. Enormi volumi usciti dal nulla che luccicano e si aprono su pagine dense di segreti sull´aldilà. Messaggi misteriosi conditi da teschi e ossa. Corvi spettrali che svolazzano in ogni dove. Conoscenti, amici o perfetti sconosciuti che cominciano a morire. I casi sono due: o Charlie sta impazzendo o qualcosa, qualcuno, l´ha scelto per una missione neppure troppo piacevole. Qualcuna, più precisamente, con tanto di falce e sudario nero vuole essere sostituita o aiutata.

Narrativa/Fantasy
COME DIO COMANDA
Come Dio comanda

(Niccolò Ammaniti)

Premio Strega 2007

In una landa ai margini di tutto vivono un padre e un figlio, Rino e Cristiano Zena, uniti da un amore viscerale che si nutre di sopraffazione e violenza. Tirano avanti un´esistenza orgogliosa insieme a un paio di balordi. Un giorno decidono che è arrivato il momento di dare una svolta alle loro vite. Il piano è semplice: scassinare un bancomat. I protagonisti di questa fiaba apocalittica si ritrovano così in una notte di tempesta, affollata di fantasmi e rimorsi, in cui i fiumi straripano e il fango sembra seppellire ogni speranza. Ma dalle tenebre emerge una ragazzina bionda che sprigiona una forza oscura e finisce per cambiare per sempre i loro destini. "Come Dio comanda" è una sinfonia in cui la più cupa tragedia e lo humour più scatenato si fondono, dando vita a un grande affresco sociale.

Narrativa
CHE LA FESTA COMINCI
Che la festa cominci

(Niccolò Ammaniti)

Nel cuore di Roma, il palazzinaro Sasà Chiatti organizza nella sua nuova residenza di Villa Ada una festa che dovrà essere ricordata come il più grande evento mondano nella storia della nostra Repubblica. Tra cuochi bulgari, battitori neri reclutati alla stazione Termini, chirurghi estetici, attricette, calciatori, tigri, elefanti, il grande evento vedrà il noto scrittore Fabrizio Ciba e le Belve di Abaddon, una sgangherata setta satanica di Oriolo Romano, inghiottiti in un´avventura dove eroi e comparse daranno vita a una grandiosa e scatenata commedia umana. La comicità di Ammaniti sa cogliere i vizi e le poche virtù della nostra epoca. E nel sorriso che non abbandona nel corso di tutta la lettura annegano ideali e sentimenti. E soli, alla fine, galleggiano i resti di una civiltà fatua e sfiancata. Incapace di prendere sul serio anche la propria rovina.

Narrativa
L´ISOLA DELL´ANGELO CADUTO
L´isola dell´angelo caduto

(Carlo Lucarelli)

Gennaio 1925. Mentre il Duce si assume alla Camera la responsabilità del delitto Matteotti, su una sperduta isola italiana, sede di una Colonia penale per delinquenti comuni e prigionieri politici, viene trovato il cadavere di una camicia nera. A indagare su questa morte, e su quelle che seguiranno, è chiamato un giovane commissario senza illusioni, né fascista né antifascista, un piccolo malinconico eroe involontario. Ha una moglie resa folle dalla tristezza, dalla solitudine e dagli influssi malefici che aleggiano sull´isola. Che sembra intanto sprofondare in una sorta di incantesimo sempre più insondabile, tanto che forse, ormai, allontanarsi è dawero impossibile...

Narrativa/Gialli/Spionaggio
IL BRIGANTE
Il brigante

(Marco Vichi)

In una notte flagellata da un terribile temporale, quattro uomini si ritrovano per caso seduti allo stesso tavolo di una taverna sperduta sui monti dell´Appennino pistoiese. Sdraiato davanti al camino acceso, sopra una panca, c´è un mitico e sanguinario brigante, Frate Capestro. Su di lui circolano molte leggende, storie diverse che concordano sulla sua astuzia e sulla sua ferocia. Adesso, ammantato di nero, il brigante dorme davanti al fuoco, tranquillo, come se non fosse l´uomo più ricercato del Granducato, e nessuno sembra badare a lui. Ma la notte è lunga e, bevendo vino, i quattro uomini un vecchio, un giovane, dita mozze e l´ultimo arrivato - si raccontano a turno episodi delle loro vite: tutti hanno qualcosa da nascondere, colpe taciute e mai veramente espiate. La notte scorre lenta verso l´alba. Il brigante ascolta o sta dormendo?

Narrativa/Gialli/Spionaggio

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]